Checult

Scopri il tuo cult!
Recensioni

Psyco (1960)

Psyco

A Psyco dobbiamo la prima norma anti-spoiler della storia.

Era un’altra Hollywood, prima di Psyco (Psycho). Alla fine degli Anni ’50 il theater era un posto per stare in compagnia. Si entrava a spettacolo iniziato, si salutavano gli amici, accendevi la sigaretta, ti facevi raccontare ad alta voce cosa ti fossi perso e rimanevi dopo i titoli di coda per vedere l’inizio del film, magari spoilerando il finale a più non posso a chi arrivava dopo di te, così, per il gusto di farlo. E nessuno si lamentava!

Ma ad un certo punto cominciò a lamentarsi Alfred Hitchcock. E quando si lamenta il maestro del brivido le cose finiscono per cambiare.

Lo spunto fu proprio Psyco, un film concepito in maniera radicalmente differente rispetto al cinema coevo. L’obiettivo di Hitchcock, con il suo nuovo thriller, era quello di scioccare gli spettatori distratti, dare loro uno schiaffo narrativo così forte da farli rimanere come rimbambiti a fissare lo schermo per tutto il resto della pellicola. (Di questo schiaffo parlerò nel seguente paragrafo. Anche se dopo sessant’anni non si può davvero parlare di spoiler, vi avverto nella remota ipotesi che non sappiate praticamente nulla del film.)

I film in cui il protagonista muore presto

E quindi che fa Hitchcock? Ammazza la protagonista a metà film, in una scena terrificante, con una singola nota acuta a serrarti il cuore in gola. E subito dopo dà al film un nuovo personaggio principale, uno psicopatico mammone astuto e sanguinario che di nome fa Norman Bates.

Hitchcock naturalmente non poteva sopportare nemmeno l’idea che dei cretini entrassero alla spicciolata in sala, magari proprio durante la scena madre(!) dell’omicidio. Quest’ultimo, infatti, avrebbe perso tutta la sua portata narrativa. Perciò chiese molto gentilmente e per favore ai distributori se potessero vi prego fare entrare la gente solo all’orario d’inizio proiezione, che se arrivavano in ritardo potevano tranquillamente aspettare quella successiva.

Il cineasta impedì inoltre ai due attori principali di fare le tradizionali ospitate radiofoniche promozionali per paura che rivelassero per errore elementi della trama e girò un trailer in cui venivano rivelati pochissimi elementi del film, una bella abitudine purtroppo persa del tutto in tempi recenti.

Con Psyco sono nate le prime regole anti-spoiler del cinema.

Durata:

  • 1h 49min.

Sceneggiatura:

Colonna sonora:

    1 Comment

    Lascia un Commento

    Informazioni sull'Autore

    Charlize Terùn

    Emersa come dea ermafrodita dall'oro liquido sospirando "J'Adore", ha deciso che le piacque e piace tutto, compresa e in primo luogo la propria ambiguità. Quando la società imperialista le impedisce di vedere almeno 7 film a settimana diventa FURIOSA.

    Checult

    cultomatic_mock

    ...Attendere...

    Cultomatic sta cercando il miglior cult in base alle tue preferenze, Attendi....

    ? min .
    Vai al Film oppure Riprova
    Checult Checult

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi