Checult

Scopri il tuo cult!
Recensioni

Tutti pazzi per Mary (1998)

tutti pazzi per mary

L’appuntamento peggiore della vostra vita.

Ve lo ricordate? Ma certo che lo ricordate! Quell’appuntamento dove è andato tutto male, e con male intendo che avete finito le scorte sovietiche di vodka per dimenticare. Troppi ricordi? Ma su ormai ne siamo usciti (sì sì, come no), ora ci scherziamo sopra (non ce la faccio), ne parliamo con gli amici (ma quali amici), mica siamo dei bambini (ti prego smettila). Ora che vi ho riportato alla mente il doloroso ricordo potete smettete di piangere, perché quello che è vi è capitato nel lontano 2007 – quando non avreste dovuto mangiare quel panino con frittata verde-palude prima di uscire per un appuntamento galante – è niente in confronto a ciò che ha subìto il malcapitato Ted (Ben Stiller) in Tutti pazzi per Mary.

Ma sono sicuro anche di un’altra cosa: qualcuno di voi non ha smesso di piangere. Almeno una volta si è chiesto che fine avesse fatto la ragazza dell’appuntamento e magari l’ha cercata sui social perché non ne ha avuto abbastanza (vecchio marpione). Ma è il 1998 e siamo in epoca pre-social, quindi per il vecchio marpione-stalker-digitale è meglio rivolgersi a un investigatore privato (Un Matt Dillon in grande spolvero). Questo è solo l’antipasto di Tutti pazzi per Mary perché, come suggerisce il titolo, Ted è l’ultimo di una lunga lista di corteggiatori pronti a qualsiasi bassezza per raggiungere l’obbiettivo.

Una commedia che definire solamente scorretta sarebbe ingeneroso, direi politicamente inesatto per usare una citazione del film, una grottesca presa in giro delle commedie amorose riciclando il genere in chiave decisamente cinica, dove il corteggiamento in stile amor cortese lascia il posto a mezzi decisamente più sporchi per la conquista dell’amata con risultati esilaranti e indimenticabili. In Tutti pazzi per Mary il romanticismo è appannato da battute e scene brutali, quindi preparatevi a nudi senili, cani infuocati, gel inusuali per capelli e, naturalmente, a ridere di gusto.

Lascia un Commento

Informazioni sull'Autore

Il Kulturista

Checult

cultomatic_mock

...Attendere...

Cultomatic sta cercando il miglior cult in base alle tue preferenze, Attendi....

? min .
Checult Checult

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi