Checult

Avvia Cult-O-Matic
Classifiche

10 irresistibili commedie horror da vedere, ma immediatamente tipo subito

classifica migliori commedie horror

Ed il settimo giorno, Dio frullò insieme sanguinose frattaglie e grasse risate.

Prima di stilarvi questa classifica di film commedie horror, voglio sottoporvi ad un giochino. Immaginatevi Christopher Nolan (proprio preso uno a caso, eh) alla scrittura del suo nuovo film, tutto intento per far si che una determinata scena o sequenza rimanga impressa nell’immaginario dei suoi spettatori per sempre. Ci vuole tanta tecnica, bravura, inventiva.

Ora, in sequenza, vi dico queste tre cose:

  • Il manotentore di Scary Movie 2 che ha un coito con un tacchino arrosto.
  • Ash dell’Armata delle Tenebre che si scorda la formula magica di fronte al Necronomicon.
  • Frankenstein Junior, lupo ululì, castello ululà.

Quanta fatica inutile mio caro Nolan, quando dalla tua parte hai la sregolatezza della demenza, mista all’orrore. Ora che vi ho tirato fuori dal cilindro tre capolavori del genere (e magari avete preso con leggerezza quella burla su Nolan), passiamo al sodo: a seguire dieci commedie horror magari meno famose rispetto quelli citati (ma neanche troppo) per rallegrare le vostre serate, che di questi tempi ne abbiamo proprio bisogno.
Che sia un bagno di sangue e idiozie, dunque!

SLITHER (2006)

Vittima dei mostri ridotta a nido o una mia foto al giapponese all you can eat? A voi la scelta.

Prima di entrare alla Disney, James Gunn non si faceva tanti scrupoli a nascondere le sue turbe mentali.

Uno dei suoi film di genere più riusciti è sicuramente Slither, horror comedy grottesca oltre ogni misura e piena zeppa di esseri raccapriccianti e striscianti. Immancabile per gli amanti del genere e per qualche sana risata, preferibilmente a stomaco vuoto, mi raccomando.

DRAG ME TO HELL (2009)

“Ora prendo e ti trascino all’Imps, sguladrina!”

Altro autore di punta il nostro Sam Raimi (forse anche più importante di Gunn, non me ne vogliate), e film dal plot semplice ma godibile: una giovane impiegata in banca rifiuta un prestito ad una zingara, questa le fa la jettatura.
A seguire, jump scares come se piovessero e questo demone in sottana che sbava, sputa la dentiera e tira i capelli alla nostra povera protagonista.
Imperdibile.

TUSK (2014)

Praticamente una gita all’acquapark di Riccione.

Per quanto riguarda grasse risate e stranezze, Kevin Smith è una garanzia, ma qui siamo davvero oltre: un podcaster che come umano è forse uno degli esseri più antipatici e inutili dell’universo, va a intervistare un famoso scienziato (quel gioiello di Michael Parks, pace all’anima sua) che, lo tiene in ostaggio e lo trasforma lentamente in un tricheco di carne.
L’Horror Comedy moderna più atipica e fuori di testa che potete recuperare, a mio avviso.

QUELLA CASA NEL BOSCO (2011)

commedie horror

Il mostro ed il momento più alto del film. Due tritoni con una fava.

Poteva certo mancare in questa classifica il metafilm sul cinema Horror per eccellenza? Mi sa che è il momento di recuperare questo gioiellino di Drew Goddard e Joss Whedon e farvi quattro risate mentre vedrete tutti gli stereotipi del genere andare a farsi benedire in una cornice di sangue, violenza e soprattutto MOSTRI A VOLONTA’. Gli eventi non solo non andranno come in ogni Slash Movie che si rispetti, ma nel finale vi lasceranno di stucco.
Garantito.

MANUALE SCOUT PER L’APOCALISSE ZOMBIE (2015)

Vieni qui, micio micio in decomposizione!

A mio avviso, il Suxbad delle commedie horror. Per una serata all’insegna delle risate e dell’ignoranza più pura, non c’è niente di meglio di vedere un paio di boy scout denigrati dalla comunità avere la loro rivalsa.

Ammazzando tutti i residenti tramutati in zombie.
E sì, la scena del gatto in immagine allegata vale da sola la visione.

VITA DA VAMPIRO (2014)

Qui, l’essere diabolico che ha fatto incazzare gran parte di voi con Thor Ragnarok.

Taka Waititi in questi anni si è dato parecchio da fare, dividendo un po’ il pubblico che lo ama o lo odia a morte per il suo modo di creare giocoso, infantile ma comunque sempre ben a fuoco.
Uno dei suoi primi film, o almeno quello che gli ha dato il vero successo, per me, mette tutti d’accordo: una Horror Comedy sotto forma di mockumentary che segue le vicende di tre (ma anche quattro) vampiri che cercano di sopravvivere al mondo moderno.
Una visione leggera, irresistibile nelle sue gag tanto sciocche quanto efficaci.

ZOMBIELAND (2009)

Un po’ come quando siete in ritardo al lavoro, vero?

Io vorrei ben capire cosa ci chiamiamo a fare CheCult! se non trattiamo i Cult. E non poteva mancare certo questo (ma è che siamo dei secchioni, lo avevamo già recensito). Per i poveri pazzi che non hanno mai visto una delle più riuscite commedie horror di sempre, vi perdete una intro esplosiva, personaggi fantastici, un film sugli zombie finalmente atipico ma soprattutto Bill Murray nel ruolo di Bill Murray che finge di essere uno zombie per scappare dall’apocalisse zombie. Grazie, non c’è di che.

DEATHGASM (2015)

L’adolescenza in una foto.


Prodotta con due spicci ma con tante belle idee e cuore, questa Horror Comedy è consigliata serenamente sia agli amanti del Death Metal che al pubblico generale. Non mancheranno frattaglie, orde demoniache, riff di chitarra da paura e ispirazione tratta dal papà Evil Dead.

FRIGHT NIGHT (2011)

No, non hanno ringiovanito in CGI Michael Sheen (peccato).

Su, non voglio fare il pesantone e dirvi “EH PERO’ QUESTO E’ UN REMAKE, VEDETEVI L’ORIGINALE” (fatelo se potete) perché questa versione funziona benissimo così. Leggero, intrigante, con un Colin Farrell perfetto nel ruolo di vampiro bastardo, si prende per il culo Twilight, c’è David Tennant in un incrocio assurdo tra Adam Kadmon e Van Helsing.
Direi tutto al posto giusto, non trovate?

L’ALBA DEI MORTI DEMENTI (2004)

Se non vuoi diventare il loro pasto, diventa il loro pasto idiota.

Ed eccoci in chiusura, con quella che io definisco la migliore Horror Comedy moderna.
Se non l’avete vista, vedetela, scoprirete un film sugli zombie diverso, esilarante, che ha fatto scuola.

Se l’avete vista, rivedetela che non fa mai male. E poi magari vi scappa la maratona degli altri due film della Trilogia del Cornetto. Ma che l’abbiate vista o meno, andatevi a leggere la frizzante recensione del nostro Kult Russell.

Non sai chi sia Edgar Wright? Ti meriti due Apocalissi zombie, altro che una.

Vi è piaciuta la nostra classifica sulle più divertenti e folli commedie horror mai realizzate? Quante ne avevate già viste? Fateci sapere la vostra nei commenti!

Lascia un Commento

Informazioni sull'Autore

Bucio de Cult!

Checult

cultomatic_mock

...Attendere...

Cultomatic sta cercando il miglior cult in base alle tue preferenze, Attendi....

? min .
Checult Checult

Anche se sono buoni, sappiamo che i cookies fanno male ai denti: promettiamo di distribuirne con discrezione. Nun me fido

I nostri cookie sono gluten free e servono a rendere l'esperienza più appetibile. Se rimani con noi senza modificare le impostazioni accetti di compromettere la tua dieta.

E vabbè